Newsletter

I più venduti

Nuovi prodotti

Speciali

L’Aloe Vera, il cui nome scientifico è Aloe Barbadensis, è una pianta utilizzata come rimedio naturale per numerose malattie e affezioni del corpo umano tra cui la caduta di capelli. Le sue proprietà terapeutiche derivano in particolare dal gel amaro contenuto nelle sue foglie.
Già i greci e i romani conoscevano le proprietà terapeutiche dell’Aloe.Persino i faraoni egizi consideravano l’Aloe un elisir di lunga vita e nelle loro tombe sono stati ritrovati suppellettili contenenti l’estratto di questa pianta.
Successivamente il gel dell’Aloe è stato utilizzato da pressoché tutte le popolazioni del mondo per trattare scottature, escoriazioni, infiammazioni e piccole infezioni a cui il nostro corpo può andare incontro.
L’utilizzo dell’Aloe Vera è trasversale e, proprio per questo motivo, viene utilizzato per contrastare la caduta dei capelli precoce. L’applicazione a base di Aloe, infatti, è utilizzata nei trattamenti cosme-tricologici per le sue proprietà nutrienti e anti-ossidanti che contribuiscono a fortificare il cuoio capelluto ed evitare la perdita di capelli. Come sappiamo, infatti, la caduta precoce non è causata unicamente da fattori ereditari me esistono concause come l’eccesso di sebo sulla cute, lo stile di vita e l’utilizzo errato di prodotti decoloranti quando si effettuano tinte o meches che possono essere trattati con rimedi naturali.

Ginseng:Esistono diverse specie che crescono in diversi continenti; tutte sembrano avere simili proprietà nella guarigione e nel ristabilire l’equilibrio tra mente e corpo, tuttavia alcune sono ricercate per benefici specifici. La parte utilizzata è la radice, sia fresca che seccata, polverizzata e amalgamata alle composizioni medicinali oppure nei the.
Proprietà del ginseng:Da diverso tempo ormai la cultura occidentale rivolge la sua attenzione alle conoscenze della medicina orientale e in particolare all’utilizzo del Ginseng per sfruttarne le sue potenzialità: questa radice viene utilizzata come tonico per esaltare la vitalità, il vigore e la resistenza psicofisica allo stress della vita moderna.
La particolarità dei suoi poteri terapeutici sta nel dare beneficio all’intero organismo, portando armonia in tutto il corpo che si riflette nel miglioramento della salute mentale e fisica.
Principi attivi del Ginseng:I principi attivi del Ginseng sono dei composti fitochimici detti ‘ginsenosidi’, sostanze simili a steroidi che esprimono proprietà in grado di bilanciare e contrastare gli effetti dello stress. I ginsenoidi possono avere effetti diversi che diversificano le varietà di Ginseng: ad esempio, alcuni possono stimolare il sistema nervoso centrale, altri sedarlo e altri ancora bilanciano i processi metabolici, abbassando la glicemia, migliorando il tono muscolare, stimolando il sistema endocrino per mantenere livelli ormonali appropriati.
Sono noti i benefici che il Ginseng porta al sistema cardiocircolatorio e alla regolazione del metabolismo cellulare; grazie a questi effetti, se usato negli shampoo può aiutare a nutrire e rinforzare il capello dalla radice.

I semi di lino: sono ricchi di sostanze nutritive importanti per il benessere dell’organismo. Contengono Omega-3, proteine, minerali, vitamine B1, B2, E e soprattutto F. Sono in grado di contrastare l’invecchiamento, stimolano il sistema immunitario, prevengono le intolleranze e regolarizzano i processi intestinali.
I semi di lino sono anche un importante prodotto di bellezza, soprattutto per quanto riguarda i capelli.Grazie alle loro capacità idratanti sono infatti l’ideale per rendere i capelli perfetti e luminosi in maniera naturale senza dover ricorrere ai prodotti in commercio, costosi e contenenti sostanze chimiche.

Salvia:La pianta è conosciuta fin dall’antichità per le sue proprietà salutari, ciò che spiega il suo nome, proveniente da “salvus” che significa appunto “sano”.  Nella medicina popolare, già nel Medioevo, veniva usata come cicatrizzante sulle ferite e piaghe difficili da rimarginare.La salvia contiene olio essenziale, ricco di alfa e beta thujone, alfa e beta pinene, acetato di linalile, cineolo, borneolo, acetato di bornile, canfora, acido ursolico, acido oleanolico, saponosidi, acido fumarico, acido clorogenico, caffeico, rosmarinico, glicerico, salvina, enzimi, perossidasi, ossidoreduttasi, vitamina B1 e C, resine e sostanze estrogene. Anche i flavonoidi sono presenti nella pianta così come i glucosidi del luteolo e dell’apigenolo.Molti dentifrici sono a base di salvia; in assenza del prodotto preparato si possono semplicemente strofinare i denti con una foglia fresca per ottenere un effetto sbiancante. Un infuso di salvia consente di restituire ai capelli il colore scuro e le lozioni preparate con la salvia detergono la pelle.

Ortica:È una pianta perenne, infestante, comunissima in Italia, che appartiene alla famiglia delle Urticacee. Prolifera in terreni incolti, a ridosso delle siepi, nei boschi, sui sentieri di campagna ed è sempre in grossi gruppi. È caratterizzata dalla peluria pungente, satura di acido formico, che ricopre le sue foglie ed e assai temuta per la sua azione irritante detta appunto urticante. Dell'ortica si impiegano le cime giovani e tenere, la pianta intera e la radice, che si raccolgono rispettivamente in aprile, da maggio a settembre e da agosto a ottobre. L'essiccazione deve avvenire sempre all'aria e all'ombra.
L'ortica è una delle migliori piante medicinali che possediamo. Se l’umanità sapesse quant’è grande il suo potere curativo, forse non coltiverebbe altro, ma solo in pochi lo sanno.L’ortica è ricca di vitamina C, clorofilla, sali minerali (silicio, ferro, calcio, fosforo, manganese e potassio), carotene, acido formico, acido folico, tannino, istamina, acetilcolina, che la rendono una pianta unica per la grande varietà di usi differenti.Impiego Cosmetico: L’applicazione topica del succo e degli infusi di Ortica era già nota a Galeno, che li riteneva un rimedio efficace per le ulcere e le malattie della pelle. Gli estratti di Ortica si caratterizzano infatti per un’attività purificante, astringente ed antinfiammatoria, responsabile del noto impiego nel trattamento di capelli e cuoio capelluto con tendenza alla seborrea, alla caduta e alla forfora. Per gli stessi motivi, l’uso dell’Ortica è indicato nella preparazione di creme, latti e tonici per pelli grasse ed impure. Grazie al loro elevato contenuto in proteine e aminoacidi, gli estratti di Ortica presentano inoltre spiccate proprietà idratanti e ammorbidenti, estremamente interessanti per la formulazione di cosmetici destinati al trattamento di pelle e cuoio capelluto secchi e disidratati.